.:: Camera di Commercio di Chieti ::.

Home > Registro Imprese > Bilanci

Bilanci

Campagna bilanci 2017: nuova tassonomia XBRL

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 del 10 gennaio 2017, il COMUNICATO del Ministero dello Sviluppo Economico contenente l’avviso relativo alla pubblicazione della nuova tassonomia XBRL dei documenti che compongono il bilancio ai fini del deposito al Registro delle Imprese, previsto dall'articolo 5, comma 6 del D.P.C.M. 10 dicembre 2008.

Con tale avviso viene reso noto che, sul sito istituzionale di AgID, è disponibile la nuova versione della Tassonomia dei documenti che compongono il bilancio, denominata “2016-11-14”.

La Tassonomia, sviluppata per consentire di depositare in formato XBRL i bilanci redatti secondo le disposizioni di cui al D.Lgs. n. 139/2015, si applicherà obbligatoriamente ai bilanci chiusi il 31 dicembre 2016 o successivamente relativi alle società di capitali interessate dal D.P.C.M. 10 dicembre 2008.

Sono inclusi nell’obbligo i bilanci consolidati (codice atto – 713).

Le principali novità in sintesi sono:

1) l’introduzione del bilancio per le micro-imprese con relativi schemi quantitativi e commento testuale in calce (codice atto 718);
2) il rendiconto finanziario diventa prospetto quantitativo a sè stante e non più tabella di nota integrativa come nella precedente versione tassonomica;
3) il bilancio consolidato, invece, come nelle versioni precedenti, rimane confinato ai soli schemi quantitativi (senza nota integrativa strutturata in XBRL).

I consorzi e i contratti di rete con soggettività giuridica che chiudono l’esercizio il 31 dicembre 2016 dovranno depositare la situazione patrimoniale entro il 28 febbraio 2017 e dovranno utilizzare la nuova tassonomia 2016-11-14, comprensiva di nota integrativa.

La nuova versione della tassonomia è disponibile sul sito istituzionale www.agid.gov.it alla pagina http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/pubblica-amministrazione/formato-xbrl-dati-contabili .


Campagna bilanci 2017: ESONERO DAL DEPOSITO PER LE RETI CONTRATTO

La legge 154/2016 ha esonerato le reti contratto dall'obbligo di redazione e deposito della situazione patrimoniale.

L' obbligo permane per i contratti di rete con personalita' giuridica (reti soggetto) che hanno istituito un fondo patrimoniale e un organo comune destinato a svolgere un'attivita' con i terzi.


DEPOSITO BILANCI - FORMATO XBRL

Come è noto il DPCM 10 dicembre 2008  - pubblicato sulla G.U. n. 304 del 31/12/2008 - impone l’obbligo dell’utilizzo del formato elettronico XBRL per la redazione dei bilanci delle società di capitali e delle cooperative.

Sono  escluse dall'obbligo di deposito del bilancio in formato XBRL: 

  • le società che applicano, per obbligo o per facoltà, i principi contabili internazionali (IAS/IFRS) tra cui le società quotate, le banche e gli altri intermediari finanziari vigilati dalla Banca d’Italia e le controllate da questi soggetti 
  • le società esercenti attività di assicurazione e riassicurazione che utilizzano schemi specifici, individuate dal decreto legislativo 28 febbraio 2005 n.38. 
  • le società che depositano il bilancio d’esercizio chiuso in data antecedente il 16 febbraio 2009 
  • il bilancio consolidato della società controllante (codice atto - 714) 
  • il bilancio di società estere avente sede secondaria in Italia (codice atto - 715)
  • il bilancio sociale (codice atto - 716) 
  • la situazione patrimoniale impresa sociale  (codice atto - 717) 
  • il bilancio consolidato di società di persone (codice atto -721)

I soggetti non obbligati al deposito del bilancio in formato XBRL devono predisporre gli allegati alla pratica di bilancio in formato PDF/A-1 (stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, verbale di approvazione ed eventuali altre relazioni).

Le società obbligate al deposito bilancio in formato XBRL dovranno allegare alla pratica i seguenti documenti di cui dovrà esserne resa la conformità:
1. bilancio (stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa) in formato XBRL firmato digitalmente (formato .xbrl.p7m).
2. verbale assemblea ed eventuali relazioni (dell'organo amministrativo, del collegio sindacale..) in formato PDF/A-1 firmate digitalmente

N.B.: Il  bilancio  in  formato  PDF/A-1  dovrà  essere  allegato  alla  pratica  di  deposito  in  aggiunta  al  file  in  formato  XBRL  solo  nell'ipotesi  in  cui  la  vigente tassonomia non sia giudicata compatibile, per la particolare situazione aziendale, con i principi di chiarezza, correttezza e verità di cui all’art. 2423 c.c.; in questo caso è  necessario indicare le motivazioni del doppio deposito inserendo apposita dichiarazione  in calce alla nota integrativa.

MODALITA' DI FIRMA
L'istanza di deposito bilancio può essere firmata:
- da un amministratore (dal liquidatore per le società in liquidazione)
- un professionista incaricato ai sensi dell'art. 2, comma 54 della legge 350/2003
Resta fermo l'obbligo di apporre la dichiarazione di conformità ai documenti depositati presso la sede della società nel caso in cui chi firma digitalmente il documento depositato non sia il medesimo soggetto firmatario del documento originale.

E' ammesso il deposito con l'utilizzo della "procura speciale" Unioncamere. 
 

L'ELENCO SOCI
A seguito dell'entrata in vigore della legge 28 gennaio 2009 n. 2 occorre distinguere tra società a responsabilità limitata e gli altri tipi di società di capitali.
Per le società per azioni, società in accomandita per azioni e società consortili per azioni è necessario provvedere anche al deposito per l'iscrizione dell'elenco soci di cui al comma 2 dell'art. 2435 c.c. L'elenco soci è riferito alla data di approvazione del bilancio. L'elenco soci deve essere altresì corredato dall'indicazione analitica delle annotazioni effettuate nel libro soci a partire dalla data di approvazione del bilancio dell'anno precedente.
Per le società a responsabilità limitata e le società consortili a r.l. la  Legge  n.  2/2009 ha introdotto una profonda modificazione degli artt. 2470 e seguenti del codice civile  relativamente alla "eliminazione del libro dei soci". Ai sensi del nuovo art. 2478 bis c.c. non deve più essere depositato l'elenco soci al registro imprese unitamente al bilancio di esercizio.
NON DEVONO PRESENTARE L'ELENCO SOCI: consorzi, cooperative, GEIE, società straniere con sede secondaria in Italia, società quotate in borsa

MODALITA' DI PRESENTAZIONE

 Il deposito del bilancio NON rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione Unica.
I software gratuiti attualmente disponibili per effettuare il deposito sono:
· FeDra o software compatibile, in grado di realizzare una pratica telematica che, una volta firmata digitalmente, sarà successivamente inviata tramite Telemaco.
Il software FeDra è scaricabile gratuitamente dal sito http://web.telemaco.infocamere.it/ alla voce Download software 
BILANCI ON-LINE: software via internet accessibile dall'indirizzo: http://web.telemaco.infocamere.it.
Questa modalità è utilizzabile solo nel caso di bilancio con elenco soci a conferma di quello depositato l'esercizio precedente oppure bilancio senza elenco soci (ad esempio per le S.r.l. e Cooperative). 
 

CAMPAGNA BILANCI  2016 - AGGIORNAMENTO SUI DIRITTI DI SEGRETERIA: 

Il Ministero dello Sviluppo Economico con decreto dell'8 gennaio 2016 ha fissato la misura della maggiorazione del diritto di segreteria da versare per il deposito dei bilanci ai fini del finanziamento dell'OIC.

Gli importi dei diritti di segreteria dovuti per il deposito dei bilanci presso il Registro delle Imprese  restano invariati rispetto al 2015.
Pertanto i diritti di segreteria per il deposito dei bilanci sono i seguenti:

€ 62,70 modalità telematica

€ 92,70 su supporto informatico digitale

COOPERATIVE SOCIALI

€ 32,70 modalità telematica

€ 47,70 su supporto informatico digitale.

 

BILANCI 2017 - DEFINITA LA MAGGIORAZIONE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA

Con Decreto dirigenziale 30 novembre 2016, il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito la misura della maggiorazione dei diritti di segreteria dovuti per il deposito dei bilanci a partire dal 1° gennaio 2017.  Tale maggiorazione, che ha la finalità di finanziare l'OIC (Organismo Italiano di Contabilità), è stata confermata in € 2,70.
 

Data di pubblicazione 12/05/2010
Data di aggiornamento 22/02/2017

Cerca

Voci collegate