.:: Camera di Commercio di Chieti ::.

Home > Albo Imprese Artigiane > Iscrizioni, modificazioni e cancellazioni

Iscrizioni, modificazioni e cancellazioni

L'Albo delle Imprese Artigiane è istituito per legge presso ciascuna Camera di Commercio.
Sono tenute all'iscrizione all'Albo le imprese in possesso dei requisiti artigiani ai sensi della Legge 443/85 (e successive modificazioni) e della Legge Regionale 23/2009. Le iscrizioni e modificazioni di atti e fatti concernenti le imprese artigiane sono comunicate all'Albo e annotate al Registro delle Imprese esclusivamente tramite denuncia telematica.

E' imprenditore artigiano colui che esercita personalmente, professionalmente e in qualità di titolare, l'impresa artigiana, assumendone la piena responsabilità con tutti gli oneri e i rischi inerenti alla sua direzione e gestione e svolgendo in misura prevalente il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo. L'imprenditore artigiano, nell'esercizio di particolari attività regolamentate da leggi speciali, che richiedono una specifica preparazione ed implicano responsabilità a tutela e garanzia degli utenti , deve essere in possesso dei requisiti tecnico-professionali previsti.
E' impresa artigiana quella che ha per scopo prevalente lo svolgimento di un'attività di produzione di beni, anche semilavorati, o di prestazioni di servizi. 
Sono escluse le attività agricole e le attività di prestazione di servizi commerciali, di intermediazione della circolazione dei beni o ausiliarie di queste ultime, di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.
L'imprenditore artigiano può essere titolare di una sola impresa artigiana.

REQUISITI PER L'ISCRIZIONE
Limiti dimensionali
a) impresa che non lavora in serie: un massimo di 18 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 9. Il numero massimo può essere elevato fino a 22 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti.
b) impresa che lavora in serie, purché con lavorazione non del tutto automatizzata: un massimo di 9 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 5. Il numero massimo può essere elevato fino a 12 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti.
c) impresa che svolge la propria attività nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell'abbigliamento su misura: un massimo di 32 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 16. Il numero massimo può essere elevato fino a 40 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti.
d) impresa di trasporto: un massimo di 8 dipendenti.
e) imprese di costruzioni edili: un massimo di 10 dipendenti, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 5. IL numero massimo può essere elevato fino a 14 a condizione che le unità aggiuntive siano apprendisti.

Ai fini del calcolo dei citati limiti: 
- non sono computati per un periodo di due anni gli apprendisti passati in qualifica (ai sensi della legge 19 gennaio 1955, n. 25) , e mantenuti in servizio dalla stessa impresa artigiana;
- non sono computati i lavoratori a domicilio (di cui alla legge 18 dicembre 1973, n. 877) , sempre che non superino un terzo dei dipendenti non apprendisti occupati presso l'impresa artigiana;
- sono computati i familiari dell'imprenditore, ancorché partecipanti all'impresa familiare di cui all'articolo 230-bis del codice civile, che svolgano la loro attività di lavoro prevalentemente e professionalmente nell'ambito dell'impresa artigiana;
- sono computati, tranne uno, i soci che svolgono il prevalente lavoro personale nell'impresa artigiana; 
- non sono computati i portatori di handicaps, fisici, psichici o sensoriali;
- sono computati i dipendenti qualunque sia la mansione svolta.

Società 

· Società in nome collettivo
Per l'iscrizione nell'Albo la maggioranza dei soci, ovvero uno nel caso di due soci, deve svolgere in prevalenza lavoro personale, anche manuale nel processo produttivo. I requisiti tecnico professionali previsti dalle leggi speciali in relazione all'attività svolta devono essere posseduti da almeno uno dei soci partecipanti al lavoro.
· Società in accomandita semplice
Per l'iscrizione nell'Albo ciascun socio accomandatario , deve esercitare personalmente e professionalmente l'attività, svolgendo il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo. E' necessario che ciascun socio accomandatario non sia unico socio di una società a responsabilità limitata o socio  di altra società in accomandita semplice. I requisiti tecnico professionali previsti dalle leggi speciali in relazione all'attività svolta devono essere posseduti da almeno uno dei soci accomandatari. I soci accomandanti non sono iscrivibili negli elenchi previdenziali.
· Srl. con socio unico
Per l'iscrizione nell'Albo il socio unico deve esercitare personalmente e professionalmente l'attività, svolgendo il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo (deve anche amministrare la società). E' necessario che questo non sia unico socio di altra società a responsabilità limitata o socio  di una società in accomandita semplice. I requisiti tecnico professionali previsti dalle leggi speciali in relazione all'attività svolta devono essere posseduti dal socio unico.
· Srl. pluripersonale
L'impresa costituita ed esercitata in forma di società a responsabilità limitata ha diritto al riconoscimento della qualifica artigiana ed alla conseguente iscrizione nell'Albo, sempreché la maggioranza dei soci, ovvero, uno nel caso di due soci, svolga in prevalenza lavoro personale, anche manuale, nel processo produttivo, detenga la maggioranza del capitale sociale e rappresenti l maggioranza nell'organo amministrativo.

I requisiti tecnico professionali previsti dalle leggi speciali in relazione all'attività svolta devono essere posseduti da almeno un socio partecipante al lavoro.
Per tutte le forme giuridiche l'iscrizione all'Albo delle Imprese Artigiane è un obbligo tranne per le s.r.l. pluripersonali, per le quali l'iscrizione è soltanto una facoltà. Le società per azioni e le società in accomandita per azioni non possono iscriversi all'Albo delle imprese artigiane.
L'iscrizione all'Albo è obbligatoria e si hanno i requisiti quando l'imprenditore esercita l'impresa personalmente, professionalmente, con il proprio lavoro, anche manuale, nel processo produttivo ed è in possesso dei requisiti tecnico professionali previsti dalle leggi speciali in relazione all'attività svolta.

Modalità di presentazione

A decorrere dal 1° aprile 2010 ai sensi dell'art. 9 del D.L. 7/2007 convertito in legge 40/2007 le iscrizioni, modifiche e cancellazioni, anche relative alle imprese artigiane, devono essere inoltrate necessariamente in modalità telematica.

TEMPI DI EVASIONE:
· pratiche telematiche: 5 giorni dalla data di protocollazione;
· pratiche su supporto informatico firmato digitalmente: 5 giorni dalla data di protocollazione.

 

 

 

 

 

Data di pubblicazione 10/01/2011
Data di aggiornamento 12/12/2013

Cerca